Vai al contenuto pricipale

Diritto per le imprese e le istituzioni (Classe L-14)


Presidente: Elisabetta Palici di Suni
Vicepresidente: -
Orientamento: Elisabetta Palici di Suni
Piano di studio, passaggi e trasferimenti: Elisabetta Palici di Suni; Maria Pia Genesin
Rappresentanti degli studeniti:
Tucci Violetta

Sede: Torino - Lungo Dora Siena 100/A
Durata:
3 anni
Posti disponibili: 
accesso libero

Il Corso di laurea in Diritto per le imprese e le istituzioni cura l'acquisizione delle capacità necessarie per una specifica formazione professionale, con particolare rilievo alle figure professionali giuridiche intermedie, in ambito pubblico e privato (enti pubblici territoriali e non, uffici giudiziari e di polizia, imprese, banche ed assicurazioni, ecc.).

Regolamento didattico del corso di laurea (a.a. 2014/15)

Guida dello studente (a.a. 2014/15)

Sito Miur - Universitaly


Il Corso riconosce un ruolo centrale ad una preparazione teorico-pratica adatta alle figure professionali giuridiche intermedie, sia inserite nelle realtà aziendali, che in quelle degli enti pubblici, al fine di formare operatori del diritto metodologicamente capaci ed adeguatamente preparati tanto a trattare direttamente, quanto a smistare a personale di altra o più elevata qualificazione professionale le questioni giuridiche sottoposte alla loro attenzione nel corso della attività lavorativa.

Per assicurare un'adeguata qualificazione, il Corso di Laurea si suddivide in quattro percorsi:

•    Giuristi d'impresa (tabella del corso di laurea per gli immatricolati nell'a.a. 2015/16 ) - link in fase di attivazione
•    Transnazionale  (tabella del corso di laurea per gli immatricolati nell'a.a. 2015/16) - link in fase di attivazione
•    Operatore giuridico della pubblica amministrazione (tabella del corso di laurea per gli immatricolati nell'a.a. 2015/16) - link in fase di attivazione
•    Operatore giudiziario e dei corpi di polizia (tabella del corso di laurea per gli immatricolati nell'a.a. 2016/16) - link in fase di attivazione

Al termine del corso triennale, è possibile un'eventuale prosecuzione degli studi con il biennio di specializzazione più indicato per il percorso seguito. A Giurisprudenza sono ad esempio istituiti corsi di laurea di II livello in Scienze amministrative e giuridiche delle organizzazioni pubbliche e private e in Studi giuridici europei.

D'altro canto, il Corso di laurea in Diritto per le imprese e le istituzioni di classe L-14 intende anche fornire un possibile sbocco a studenti del Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza che intendano anticipare la fine del loro percorso di studi, acquisendo comunque una preparazione mirata.

Il Corso prevede un particolare approfondimento delle materie economiche e del diritto tributario, indispensabili tanto per i giuristi di impresa che per gli operatori giuridici delle pubbliche amministrazioni.

Al contempo, sia nelle attività caratterizzanti dell'ambito di giurisprudenza, che nelle attività affini ed integrative, il Corso lascia un ampio spazio agli studenti che intendano approfondire le materie giuspubblicistiche, indispensabili nella formazione degli operatori giuridici delle pubbliche amministrazioni.

Particolare attenzione viene inoltre dedicata alle materie internazionali, europee e comparate, sia per gli specifici sbocchi in questo settore, sia, più in generale, per le imprese e la pubblica amministrazione, data la crescente importanza che assume, a tutti i livelli, la conoscenza del diritto transnazionale.

L'impegno orario di studio riservato allo studente è circa il 70% dell'impegno orario complessivo (art. 5 comma 3 D.M. 270/04).

 

Giuristi d'impresa

   1° ANNO  2° ANNO 3° ANNO
 BASE

Diritto privato (12 CFU)

Diritto costituzionale (9 CFU)

Sociologia del diritto (9 CFU)

Storia del diritto europeo (6 CFU)

Diritto privato romano (6 CFU)

   
 CARATTERIZZANTE

Economia politica (9 CFU)

Statistica (6 CFU)

Diritto commerciale (9 CFU)

Sistemi giuridici comparati (9 CFU)

Diritto penale (9 CFU)

Diritto dell'Unione Europea (6 CFU)

Tecniche di risoluzione dei conflitti
(Elementi di procedura civile) (6 CFU)

Diritto dei mercati finanziari o

Diritto bancario o

Diritto pubblico dell'economia (6 CFU)

Economia aziendale (9 CFU)

Diritto amministrativo (9 CFU)

Diritto del lavoro (9 CFU)

Diritto tributario (6 CFU)

 AFFINI    

Politica economica (6 CFU)

Economia e gestione delle imprese o

Economia degli intermediari finanziari o

Economia internazionale o

Diritto penale dell'impresa (6 CFU)

 SCELTA DELLO STUDENTE     Scelta dello studente (12 CFU)
 ALTRO Avvio alla logica (3 CFU)

 Lingua (3 CFU)

Abilità informatica (3 CFU)

Tirocinio/Seminario (6 CFU)

Prova finale (6 CFU)

 

  Trasnazionale

   1° ANNO  2° ANNO 3° ANNO
 BASE

Diritto privato (12 CFU)

Diritto costituzionale (9 CFU)

Sociologia del diritto (9 CFU)

Storia del diritto europeo (6 CFU)

Diritto privato romano (6 CFU)

   
 CARATTERIZZANTE

Economia politica (9 CFU)

Statistica (6 CFU)

Diritto commerciale (9 CFU)

Sistemi giuridici comparati (9 CFU)

Diritto penale (9 CFU)

Diritto internazionale (9 CFU)

Diritto dell'Unione Europea (6 CFU)

Tecniche di risoluzione dei conflitti
(Elementi di procedura civile) (6 CFU)

Diritto pubblico comparato o

Diritto privato comparato o

Diritto pubblico dell'economia o

Diritto cinese

 (6 CFU)

Diritto amministrativo o

Diritto del lavoro (9 CFU)

Diritto tributario (6 CFU)

 AFFINI    

Diritto dell'Unione Europea II (9 CFU)

Politica economica o

Economia internazionale o

Globalizzazione e sviluppo (6 CFU)

Diritto penale degli stati dell'U.E. o

Diritto amministrativo comparato o

Derecho administrativo europeo o

Diritto sanitario italiano e comparato o

Diritto internazionale dell'economia o

Diritto internazionale privato o

Transitional Justice (6 CFU)

 SCELTA DELLO STUDENTE     Scelta dello studente (12 CFU)
 ALTRO  Avvio alla logica (3 CFU)

 Lingua (3 CFU)

Abilità informatica (3 CFU)

Tirocinio/Seminario (6 CFU)

Prova finale (6 CFU)

 

  Operatore giuridico della pubblica amministrazione

   1° ANNO  2° ANNO 3° ANNO
 BASE

Diritto privato (12 CFU)

Diritto costituzionale (9 CFU)

Sociologia del diritto (9 CFU)

Storia del diritto europeo (6 CFU)

Diritto privato romano (6 CFU)

   
 CARATTERIZZANTE

Economia politica (9 CFU)

Statistica (6 CFU)

Diritto commerciale (9 CFU)

Sistemi giuridici comparati (9 CFU)

Diritto penale (9 CFU)

Diritto dell'Unione Europea (6 CFU)

Tecniche di risoluzione dei conflitti
(Elementi di procedura civile) (6 CFU)

Diritto pubblico comparato o

Diritto pubblico dell'economia o

Informatica

(6 CFU)

Diritto amministrativo (9 CFU)

Diritto del lavoro (9 CFU)

Diritto tributario (6 CFU)

 AFFINI   Diritto costituzionale II (9 CFU)

Politica economica (6 CFU)

Diritto amministrativo degli enti  locali o

Diritto urbanistico o

Diritto sanitario italiano e comparato (6 CFU)

 SCELTA DELLO STUDENTE      Scelta dello studente (12 CFU)
 ALTRO  Avvio alla logica (3 CFU)

Lingua (3 CFU)

Abilità informatica (3 CFU)

Tirocinio/Seminario (6 CFU)

Prova finale (6 CFU)

 

  Operatore giudiziario e dei corpi di polizia

   1° ANNO  2° ANNO 3° ANNO
 BASE

Diritto privato (12 CFU)

Diritto costituzionale (9 CFU)

Sociologia del diritto (9 CFU)

Storia del diritto europeo (6 CFU)

Diritto privato romano (6 CFU)

   
 CARATTERIZZANTE

Economia politica (9 CFU)

Statistica (6 CFU)

Diritto commerciale (9 CFU)

Diritto penale (9 CFU)

Tecniche di risoluzione dei conflitti
(Elementi di procedura civile) (6 CFU)

Diritto delle prove penali o

Diritto penitenziario o

Ordinamento giudiziario e libertà costituzionali o

Medicina legale o

Informatica

(6 CFU)

Diritto processuale penale (9 CFU)

Diritto dell'Unione Europea (6 CFU)

Diritto amministrativo (9 CFU)

Diritto del lavoro (9 CFU)

Diritto tributario (6 CFU)

 AFFINI   Diritto costituzionale II (9 CFU)

Politica economica (6 CFU)

Criminologia o

Sociologia giuridica (Sociologia giuridica-penale) o

Diritto sanitario italiano e comparato (6 CFU)

 SCELTA DELLO STUDENTE     Scelta dello studente (12 CFU)
 ALTRO  Avvio alla logica (3 CFU)

 Lingua (3 CFU)

Abilità informatica (3 CFU)

Tirocinio/Seminario (6 CFU)

Prova finale (6 CFU)

 


Per sapere se prima di sostenere un certo esame è necessario averne prima superato un altro - cioè per conoscere l'elenco delle propedeuticità* - è necessario consultare quanto riportato sulla Guida dello Studente del proprio anno di immatricolazione, ovvero quanto riportato all'apposita pagina.

 Gli esami sostenuti senza rispettare le propedeuticità saranno annullati al momento della registrazione dell'esame propedeutico.

 *Propedeutico è l'esame che deve essere sostenuto per primo.


(D.M. 270/04, art 6, comma 1 e 2)
Ai sensi del D.M. 270/04, per l'ammissione al corso è necessario il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di titolo equivalente conseguito all'estero, oltre ai requisiti richiesti dai regolamenti didattici degli Atenei. Inoltre lo studente deve possedere un soddisfacente livello di cultura generale, padronanza della lingua italiana, buone capacità espressive ed attitudini al ragionamento ed all'argomentazione. L'eventuale deficit di tali capacità viene accertato tramite test di autovalutazione all'ingresso, che verterà sugli argomenti specificati nel Regolamento didattico, e curato da attività di tutoraggio. Nel caso di verifica non positiva vengono messi a disposizione degli studenti interventi di tutoraggio individuale che comprendono un percorso di recupero delle carenze evidenziate dal test.


(D.M. 270/04, art 11, comma 3-d)
Lo studente predispone, seguendo le indicazioni di ricerca del docente, e discute un sintetico elaborato in una delle discipline studiate nel triennio. I criteri di valutazione della prova finale terranno in conto la correttezza lessicale, la coerenza logica ed argomentativa, la capacità di analizzare sinteticamente la tematica oggetto della prova.


(Decreti sulle Classi, Art. 3, comma 7)
I laureati del Corso svolgeranno attività professionali in ambito giuridico-amministrativo pubblico e privato, nelle amministrazioni, nelle imprese, nelle organizzazioni internazionali, per le quali sia necessaria una specifica preparazione giuridica.

Alla molteplicità dei possibili sbocchi corrispondono i diversi percorsi di specializzazione:

1) Giuristi d'impresa;
2) Transnazionale;
3) Operatore della Pubblica Amministrazione;
4) Operatore Giudiziario e dei Corpi di Polizia.

Il Corso intende formare tecnici dell'amministrazione e dell'organizzazione, capaci di operare sia nel settore pubblico che nel settore privato, in ruoli nei quali sono necessarie specifiche competenze giuridiche.

Pur nella diversità di tali contesti, essi sono accomunati dal fatto che la crescente complessità delle conoscenze e competenze richieste implica l'utilizzo di figure più qualificate, connotate da professionalità, iniziativa e assunzione di responsabilità, anche in ruoli diversi da quelli tradizionalmente ricoperti dai laureati in Giurisprudenza.

Il Corso potrà dunque offrire operatori alle imprese pubbliche e private operanti nei diversi settori (servizi commerciali, finanziari, bancari, assicurativi, etc.), operatori giuridico economici alle agenzie pubbliche che interagiscono con le imprese private (INPS, INAIL, Camere di Commercio, etc.), oltre a formare figure più tradizionali destinate ad operare nell'ambito delle pubbliche amministrazioni.

Fra gli altri possibili sbocchi professionali del corso si possono menzionare: segretari amministrativi, amministratori di stabili e condomini, personale ausiliario dell'autorità giudiziaria ordinaria e amministrativa.

Il percorso per Operatore giudiziario e dei corpi di polizia favorisce in particolare l'accesso a professioni come quella di cancelliere presso i tribunali e di ufficiali nei corpi di polizia. Il percorso si avvale della collaborazione del Corpo di Polizia Municipale di Torino.

Il percorso Transnazionale offre specifici sbocchi in questo settore, e, più in generale, nelle imprese e nella pubblica amministrazione, data la crescente importanza che assume, a tutti i livelli, la conoscenza del diritto transnazionale.

Il corso prepara alla professione di:
•     Esperti legali in imprese o enti pubblici
•     Tecnici del lavoro bancario
•     Altre professioni in ambito finanziario-assicurativo
•     Segretari, archivisti, tecnici degli affari generali ed assimilati
•     Tecnici dei servizi giudiziari
•     Ufficiali della polizia di stato

Per facilitare la conoscenza e la sperimentazione delle attività professionali nei quattro percorsi, sono attivati tirocini: presso aziende, banche, compagnie di assicurazione, società, studi legali per il percorso di giuristi d'impresa; ancora presso studi legali, enti e aziende che hanno contatti con l'estero per il percorso transnazionale; presso la Regione, Province, Comuni, enti e agenzie pubbliche per il percorso di operatore giuridico della pubblica amministrazione; presso tribunali, procure, la Corte d'appello e la Polizia Municipale di Torino per il percorso di operatore giudiziario e dei corpi di polizia. Per la scelta e l'assistenza nei tirocini vi è l'ufficio Job Placement (dott.ssa Testù) e tutor per i singoli percorsi (professori Mignone e Ferrante per il percorso Giuristi d'impresa, Gigliotti per il percorso Transnazionale, Genesin per Operatore giuridico della pubblica amministrazione e Quattrocolo per Operatore giudiziario e dei corpi di polizia).

ANVUR.jpg

Autovalutazione, Valutazione periodica e Accreditamento del Sistema Universitario Italiano (AVA)

AVA.png 

 Al CUN (Consiglio Universitario Nazionale) e all'ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca) sono attribuiti compiti distinti ai fini dell'accreditamento, da parte del Ministero, dei Corsi di Studio delle Università.

Il CUN è chiamato ad esprimersi in fase di istituzione del corso di studio, mentre l'ANVUR è chiamata ad esprimersi in fase di accreditamento e di attivazione del Corso di Studio.

Il processo di accreditamento da parte dell'ANVUR previsto dal DM n.47 del 30 Gennaio 2013 include la predisposizione, da parte del Corso di Studio, di una documentazione di auto-valutazione basata sulla propria assicurazione di qualità.

Visualizza i documenti relativi all'accreditamento periodico del Corso di Laurea Diritto per le imprese e le istituzioni (Classe L-14)

Ultimo aggiornamento: 05/06/2019 09:09
Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!