Vai al contenuto principale

Seguici su

Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html
Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html
Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html

Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (LMG/01) | Sede di Cuneo

Tenuto conto dell'andamento della frequenza in presenza ai corsi del primo anno della Laurea Magistrale nella sede di Cuneo durante le prime due settimane, nonché dell'ampiezza dell'aula disponibile, a partire dal 12 ottobre 2020 viene sospeso il meccanismo delle settimane alternate per la frequenza in presenza.

Gli studenti potranno perciò scegliere, indipendentemente dalla lettera iniziale del cognome, se frequentare le lezioni in presenza o, in caso di fragilità o altre impossibilità, a distanza. Viene in ogni caso mantenuta la trasmissione in streaming via webex delle lezioni in parallelo alla lezione tenuta in presenza.

Anche al fine di consentire le relative comunicazioni, risulta necessario che tutti gli studenti provvedano tempestivamente all'iscrizione, tramite le piattaforme Campusnet e Moodle, ad ogni corso che intendano frequentare.

Sono stati predisposti tutti i QRcode necessari per l’entrata e l'uscita sia per studenti/docenti che per gli ospiti/guest.

Si ricorda a tutti gli studenti la necessità di un attento rispetto delle regole previste dal protocollo di contenimento dell’emergenza sanitaria (indossare la mascherina sia in movimento sia durante le lezioni, rispettare i distanziamenti in aula e all'interno dei locali, seguire le indicazioni fornite dalla cartellonistica appesa nei corridoi circa i percorsi e le scale da seguire).

Denominazione: Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza Cuneo

Coorte: 2020 (Anno Accademico 2020-2021)

Tipo di laurea: quinquennale

Tipo di accesso: libero con TARM non vincolante 

Attenzione! Per l'anno accademico 2020-2021 il TARM è sospeso, come da indicazioni pubblicate sul portale di Ateneo. Si segnala inoltre che per l'anno accademico 2020-21 il percorso Passport.Unito sarà obbligatorio per tutti gli iscritti al primo anno dei corsi di laurea e dei corsi di laurea magistrale a ciclo unico ad accesso libero e programmato per l’a.a. 2020/21. Tutti gli immatricolati nell’a.a. 2020/21 dovranno completare il percorso entro il primo anno di iscrizione (entro il 30 settembre 2021). Chi non lo completerà avrà il blocco d’ufficio per la compilazione del piano carriera a partire dal 1 ottobre 2021 e fino al completamento del percorso online. Le informazioni su Passport sono disponibili sul portale di Ateneo alla pagina https://www.unito.it/didattica/orientamento/strumenti-e-servizi-di-orientamento/percorso-line-passportu.

Sede didattica: Cuneo, Palazzo ex Mater Amabilis – Largo Ferraris di Celle n° 2 – tel. 011/6708308

Open day: Open day Unito


Coordinatore per la sede di Cuneo: Prof. Luca Imarisio

I restanti organi e referenti sono comuni con la sede di Torino.

Codice: 
004501

Classe: LMG/01

Durata: 5 anni

Lingua: italiano

Modalità di erogazione della didattica: mista

Posti disponibili:  accesso libero con TARM non vincolante | Attenzione! Per l'anno accademico 2020-2021 il TARM è sospeso, come da indicazioni pubblicate sul portale di Ateneo

Sede: Cuneo, Palazzo ex Mater Amabilis -  Largo Ferraris di Celle n° 2

Il Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza erogato presso la sede di Cuneo è principalmente finalizzato a far conseguire ai propri laureati la preparazione idonea per accedere alle professioni legali tradizionali (avvocatura, magistratura, notariato), rispetto alle quali il diploma di laurea conseguito a conclusione del percorso quinquennale di studi costituisce, secondo la normativa vigente, titolo indispensabile per l'accesso. 

Esso si prefigge inoltre di formare le competenze necessarie a favorire l'inserimento dei laureati in ogni altra attività professionale, autonoma o subordinata, per la quale sia necessaria una conoscenza approfondita del diritto, con particolare riguardo al settore delle imprese, pubbliche e private, della pubblica amministrazione, delle istituzioni comunitarie e delle organizzazioni internazionali.

Il Corso di Cuneo presenta poi due particolari specificità:

  • una particolare attenzione alle problematiche giuridiche legate all’ambiente ed allo sviluppo sostenibile (con corsi tematici e caratterizzanti;

  • l’offerta didattica prevede un bilanciamento tra corsi in presenza e corsi a distanza (on line). Nello specifico circa due terzi degli insegnamenti del corso di laurea sarà caratterizzata da tradizionali insegnamenti in presenza – in forma ‘non caratterizzata’, ovvero in tutto coincidente con l’organizzazione didattica della sede di Torino – mentre la restante parte, circa un terzo, avverrà tramite corsi a distanza.

Regolamento didattico del corso di laurea

Guida dello studente

Scenario didattico dello studente (per navigare il tuo piano di studi)

Sito Miur - Universitaly

Il Corso di laurea mira a far acquisire agli studenti una conoscenza dei settori principali dell'ordinamento giuridico tanto nei loro fondamenti, quanto nelle loro caratteristiche più specifiche; la padronanza degli strumenti culturali e metodologici necessari per un'adeguata impostazione di questioni giuridiche generali e speciali, il possesso degli strumenti di base utili per il successivo aggiornamento delle proprie competenze e per l'approfondimento di singoli argomenti. 

Negli insegnamenti fondamentali dei primi tre anni verranno gettate le basi di una solida conoscenza della cultura giuridica di base nazionale, internazionale ed europea, mentre la capacità di affrontare tematiche più complesse sarà affinata in particolare tramite gli insegnamenti degli ultimi due anni, destinati a fornire competenze specialistiche nei diversi ambiti del sapere giuridico ed a consentire allo studente di approfondire, attraverso opportune opzioni (insegnamenti a scelta), le materie più confacenti ai propri interessi, anche in collegamento con l'argomento prescelto per la dissertazione di laurea e con i percorsi professionali di elezione. 

Dopo la laurea magistrale a ciclo unico lo studente potrà accedere ai corsi di terzo livello (Master e Dottorati di ricerca), oltreché ai percorsi formativi specificamente destinati alla formazione delle professioni forensi. In particolare la Scuola di specializzazione per le professioni legali "Bruno Caccia", istituita presso l'Ateneo, con accesso a numero programmato, è destinata a fornire la specifica preparazione per coloro che intendano accedere alle funzioni di magistrato o alle professioni di avvocato e di notaio.

Il Corso di Laurea in Giurisprudenza nella sede i Cuneo è erogato in modalità mista (blended), ovvero con una quota (prevalente) di insegnamenti in presenza e una quota (pari a circa 1/3) di insegnamenti erogati a distanza. Al fine del completamento del percorso di studio interamente nella sede di Cuneo, è in particolare prevista l’acquisizione di 90 Crediti Formativi Universitari (CFU) attraverso insegnamenti erogati a distanza. Oltre ad alcuni insegnamenti istituzionali
obbligatori e di base risultano erogati a distanza gli insegnamenti specificamente destinati, coerentemente con il profilo didattico del Corso, ad approfondire i profili giuridici connessi ai temi dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, insegnamenti appositamente creati per la sede di Cuneo e offerti esclusivamente in tale sede. Tali insegnamenti rientrano prevalentemente entro le materie a scelta e di indirizzo selezionabili all’atto della formazione del piano di studio personale dello studente.


Insegnamenti istituzionali non caratterizzati erogati a distanza nella sede di Cuneo: Economia politica; Diritto Civile; Diritto del Lavoro; Diritto Amministrativo II; Diritto Tributario.


Insegnamenti caratterizzanti il profilo didattico del Corso ed erogati a distanza nella sede di Cuneo:
Diritto Costituzionale II - Diritto Costituzionale dell'Ambiente e del Paesaggio; Diritto Penale II - Diritto Penale dell'Ambiente; Diritto Civile dell'Agricoltura; Diritto Regionale (con focus sulle competenze regionali in materia ambientale); Diritto Amministrativo Europeo dell'Ambiente; Diritto dell'Economia degli Alimenti; Diritto ed Economia dello Sviluppo Sostenibile; Politiche Ambientali ed Agricole dell'UE; Diritto Internazionale dell'Ambiente e dello Sviluppo  Sostenibile.


Altri insegnamenti a distanza offerti nella sede di Cuneo: Diritto e Religione II; Diritto Penale del Lavoro.

Per i corsi di laurea nei quali sia prevista la frequenza di insegnamenti a distanza il regolamento di
Ateneo Tasse e Contributi prevede la corresponsione da parte degli studenti iscritti di uno
specifico contributo aggiuntivo.


Per la sede di Cuneo il contributo aggiuntivo è previsto in misura ridotta rispetto a quanto fissato per i corsi e gli insegnamenti a distanza erogati nella sede di Torino.


In particolare, per il corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza erogato nella sede di Cuneo il contributo aggiuntivo è fissato in 250 euro annui (per l’omologo corso di laurea Magistrale in Giurisprudenza erogato in modalità mista nella sede di Torino il contributo è fissato in 500 euro, in caso di iscrizione part time, e di 920 euro, in caso di iscrizione full time).

Slides di supporto alla compilazione del piano carriera 2020

Gli orari e il luogo delle lezioni sono disponibili nella sezione Orario lezioni

Nella piena identità di impianto degli ordinamenti, sia in termini di SSD che di CFU, la peculiare attenzione ai profili giuridici connessi al tema dell’ambiente si realizza nella sede didattica di Cuneo (conformemente a quanto richiesto dalla Convenzione sul Polo Universitario Cuneese: “Polo universitario Agroalimentare e Antifrodi, Ambientale e del Turismo”) attraverso una specifica caratterizzazione degli insegnamenti di Diritto Costituzionale II,  di Diritto penale II  e Diritto Commerciale II (rispettivamente dedicati al Diritto Costituzionale dell’Ambiente e del Paesaggio, al Diritto Penale dell’Ambiente e alla Responsabilità Sociale e Ambientale dell’Impresa) nonché offrendo nella sede didattica cuneese degli insegnamenti appositamente creati in funzione di tale peculiare vocazione.

Al fine di ottimizzare le risorse didattiche, nella sede didattica di Cuneo il corso prevede l’acquisizione di 90 CFU attraverso insegnamenti erogati a distanza.

CICLO UNICO CUNEO
         
I ANNO a.a. 2020_21    
Codice Attività formativa CFU SSD TAF
GIU0880 Diritto Privato (Cuneo) 12 IUS/01 A
GIU0881 Diritto Costituzionale (Cuneo) 12 IUS/08 A
GIU0882 Diritto Privato Romano (Cuneo) 9 IUS/18 A
GIU0883 Storia del Diritto Italiano ed Europeo (Cuneo) 9 IUS/19 A
GIU0884 Filosofia del Diritto (Cuneo) 9 IUS/20 A
SCP0275 Economia Politica (a distanza) 9 SECS-P/01 B
  Totale CFU 60    
         
II ANNO a.a. 2021-22     
Codice Attività formativa CFU SSD TAF
GIU0898 Diritto Costituzionale II - Diritto costituzionale dell'ambiente e del paesaggio (a distanza) 6 IUS/08 A
GIU0886 Diritto Commerciale (Cuneo) 12 IUS/04 B
GIU0890 Sistemi Giuridici Comparati (Cuneo) 9 IUS/02 B
GIU0887 Diritto Penale I (Cuneo) 9 IUS/17 B
GIU0902 Diritto dell'Unione Europea (Cuneo) 9 IUS/14 B
  un esame a scelta nella rosa:Diritto romano o Storia del Diritto 6 IUS 18 o IUS/19 A
     ● storia del diritto pubblico romano (IUS/18)      
     ● diritto comune (IUS/19)      
     ● storia del diritto moderno e contemporaneo (IUS/19)      
     ● o altro insegnamento nei settori IUS/18 o IUS/19 erogato a Torino      
  Scelta 6   D
  Abilità linguistiche 3   E
  Totale CFU      
         
III ANNO a.a. 2022-23    
Codice Attività formativa CFU SSD TAF
GIU0888 Diritto Amministrativo I (Cuneo) 12 IUS/10 B
GIU0889 Diritto Processuale Civile (Cuneo) 15 IUS/15 B
GIU0654 Diritto Civile (a distanza) 9 IUS/01 A
GIU0891 Diritto Internazionale (Cuneo) 9 IUS/13 B
GIU0922 Diritto Penale II - Diritto penale dell'amboente (a distanza) 6 IUS/17 B
  Scelta 6   D
  Altro 3   F
  Totale CFU 60    
         
IV ANNO a.a. 2023-24   
Codice Attività formativa CFU SSD TAF
GIU0893 Diritto Processuale Penale (Cuneo) 15 IUS/16 B
GIU0662 Diritto Amministrativo II (a distanza) 6 IUS/10 B
SCP0327 Diritto del Lavoro (a distanza) 12 IUS/07 B
GIU0894 Diritto pubblico comparato (Cuneo) 6 IUS/21 R
  un esame a scelta nella rosa: Storia del Diritto o Diritto romano 6 IUS 19/18 A
     ● storia del diritto pubblico romano (IUS/18)      
     ● diritto comune (IUS/19)      
     ● storia del diritto moderno e contemporaneo (IUS/19)      
     ● o altro insegnamento nei settori IUS/18 o IUS/19 erogato a Torino      
  un esame a scelta nella rosa: Filosofia del Diritto 6 IUS/20 A
     ● Sociologia del Diritto      
     ● o altro insegnamento nei settori IUS/20 erogato a Torino      
  SSD di indirizzo 6   R
  Altro 3   F
  Totale CFU 60    
         
V ANNO a.a. 2024-25   
Codice Attività formativa CFU SSD TAF
GIU0670 Diritto Tributario (a distanza) 6 IUS/12 B
  un esame a scelta nella rosa: Diritto Commerciale 6 IUS/04 B
     ● diritto commerciale II       
     ● o altro insegnamento nei settori IUS/04 erogato a Torino      
  un esame a scelta nella rosa: Diritto Privato 6 IUS/01 A
     ● Diritto civile dell'agricultura (a distanza)      
     ●  o altro insegnamento nei settori IUS/01 erogato a Torino      
  SSD di indirizzo 6   R
  Scelta 6   D
  Scelta 6   D
  Altro 6   F
GIU0241 Prova Finale 18 PROFIN_S E
  Totale CFU 60    

*Attenzione! Le materie appartenenti ad ogni settore potrebbero non essere attivate nell'anno accademico di riferimento.

Tabella degli insegnamenti coerenti con il percorso formativo che gli studenti possono inserire nel loro piano carriera come materie a scelta.

Attenzione! Gli insegnamenti erogati anche in modalità on line sono consultabili alla pagina dedicata del sito.

Come esame a scelta dello studente (TAF* D) può essere sostenuto qualsiasi insegnamento presente nell'offerta didattica dell'anno che si sta attualmente frequentando, a condizione che non sia già stato sostenuto e che non rientri tra gli esami obbligatori (materie di base, caratterizzanti e affini) previsti dal proprio corso di laurea.

*TAF = tipologia attività formativa.

Per gli appartenenti alla coorte 2020/21 sono previste propedeuticità obbligatorie tra i seguenti insegnamenti e settori;

  • Diritto privato è propedeutico agli insegnamenti dei S.S.D.: IUS/01, IUS/04, IUS/05, IUS/07, IUS/15, IUS/17;
  • Diritto costituzionale è propedeutico agli insegnamenti dei S.S.D.: IUS/07, IUS/08, IUS/09, IUS/10, IUS/12, IUS/13, IUS/14, IUS/15, IUS/16, IUS/17, IUS/21, ed all’insegnamento Diritto Ecclesiastico;
  • Diritto privato romano è propedeutico agli insegnamenti dell’S.S.D. IUS/18 ad eccezione di Storia del diritto pubblico romano I e II;
  • Economia politica è propedeutico agli insegnamenti dei S.S.D.: SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECSP/07, SECS-P/08, SECS-P/11, SECS-P/12, SECS-S/01;
  • Storia del diritto italiano ed europeo è propedeutico agli insegnamenti dell’S.S.D. IUS/19;
  • Filosofia del diritto è propedeutico agli insegnamenti dell’S.S.D. IUS/20;
  • Diritto penale è propedeutico agli insegnamenti dei S.S.D.: IUS/16 e IUS/17;
  • Diritto commerciale è propedeutico agli insegnamenti: Diritto commerciale II e Diritto della crisi d’impresa;
  • Diritto dell’Unione Europea è propedeutico agli insegnamenti: Diritto del processo e del contenzioso dell’UE; Diritto dell’integrazione europea; EU mobility and migration law;
  • Sistemi giuridici comparati è propedeutico agli insegnamenti: Diritto comparato della globalizzazione e Diritto e letteratura;
  • Diritto amministrativo I è propedeutico all’insegnamento Diritto amministrativo II;
  • Diritto internazionale è propedeutico ai seguenti insegnamenti: Diritto delle organizzazioni internazionali economiche; Diritto internazionale umanitario; EU external relations; International environmental law; International institutional law; International moot courts; Transitional justice; International arbitration;
  • Diritto processuale civile è propedeutico all’insegnamento Diritto processuale civile progredito.

L'esame propedeutico (in grassetto) va sostenuto per primo. Gli esami sostenuti senza rispettare le propedeuticità saranno annullati.

La frequenza alle varie attività formative è consigliata, ma non strettamente obbligatoria, salvo diverse indicazioni del docente.

Requisito d'accesso è il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o analogo titolo conseguito all'estero riconosciuto idoneo. Sono richieste una buona padronanza della lingua italiana nonché conoscenze di cultura generale, buone capacità espressive ed attitudini al ragionamento ed all'argomentazione. 
È altresì richiesta una sufficiente conoscenza di una lingua straniera, che consenta, nel corso dei propri studi, di acquisire padronanza della lingua giuridica.

Il possesso di tali conoscenze e capacità linguistiche viene accertato, in ingresso, tramite un test di autovalutazione (TARM). La prova è obbligatoria per tutti gli studenti; il suo esito tuttavia non pregiudica l'immatricolazione.
Per l'anno accademico 2020/21, a causa della situazione sanitaria, il TARM non si svolge: l'immatricolazione è possibile anche in sua assenza.

Gli studenti che affronteranno il test e non conseguiranno il punteggio minimo richiesto per superarlo (30/55) potranno immatricolarsi, ma dovranno completare il percorso di rafforzamento delle soft skills individuali "Passport.U" prima di procedere alla compilazione del piano carriera. Si rammenta che la compilazione del piano carriera è indispensabile per potersi iscrivere agli appelli d'esame.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web di ateneo.


La prova finale può essere svolta, alternativamente, nella forma di dissertazione o di un elaborato conclusivo:
a. la dissertazione a carattere monografico consiste in un lavoro approfondito di ricerca su di un argomento di peculiare interesse o oggetto di discussione nell’ambito della dottrina, della giurisprudenza o degli organi legislativi, di cui il/la candidato/a deve esaminare lo status quaestionis, discutere i punti critici e prospettare una impostazione sistematica del tema che sia connotata da una certa originalità;
b. l’elaborato conclusivo consiste in un lavoro di analisi di un tema, di cui il/la candidato/a deve raccogliere ed esporre in modo argomentato le fonti normative, le tesi dottrinali e gli orientamenti giurisprudenziali (ad esempio, nota a sentenza; parere ragionato su un caso pratico o una questione problematica; bibliografia ragionata; …).

Maggiori informazioni sono reperibili nel regolamento didattico.

Il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza – sede di Cuneo prepara alle professioni di:

avvocato, previo lo svolgimento della pratica e il superamento di un esame di Stato;
magistrato, previo l'acquisizione degli ulteriori titoli necessari e il superamento di un concorso nazionale; 
notaio, previo lo svolgimento della pratica e il superamento di un concorso nazionale; 
esperto legale in imprese
esperti legale in enti pubblici
funzionario di organizzazioni internazionali.

La particolare attenzione che sarà riservata alle tematiche giuridiche legate all’ambiente ed allo sviluppo sostenibile costituirà un privilegiato titolo di accesso alle professioni che richiedono le competenze proprie del Giurista Ambientale.

Atlante delle professioni

Descrizione delle aree professionali per il profilo giuridico e politico sociale.

Convenzioni per attività di didattica e tirocini professionalizzanti (accordo consulenti del lavoro, convenzione tribunale, convenzione notai; resoconti incontri esponenti delle professioni; testo L. 247/12) - Consulta le convenzioni ed i documenti relativi ai rapporti con le parti sociali.

Le attività di tirocinio curriculare ed extracurriculare sono gestite dal Job Placement che si attiene al seguente regolamento
La tutor dei tirocini è la prof.ssa Barbara Petrazzini.

Al CUN (Consiglio Universitario Nazionale) e all'ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca) sono attribuiti compiti distinti ai fini dell'accreditamento, da parte del Ministero, dei Corsi di Studio delle Università.

Il CUN è chiamato ad esprimersi in fase di istituzione del corso di studio, mentre l'ANVUR è chiamata ad esprimersi in fase di accreditamento e di attivazione del Corso di Studio.

Il processo di accreditamento da parte dell'ANVUR previsto dal DM n. 47 del 30 Gennaio 2013 include la predisposizione, da parte del Corso di Studio, di una documentazione di auto-valutazione basata sulla propria assicurazione di qualità.

Documenti relativi all'accreditamento periodico  del  Corso di Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (LMG/01).

Ultimo aggiornamento: 13/10/2020 12:04
Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!