Vai al contenuto principale

Erasmus per studio

La mobilità Erasmus per studio permette agli studenti degli Istituti di istruzione superiore di trascorrere un periodo di studi dai tre ai dodici mesi presso un altro Istituto di uno dei Paesi esteri che abbia firmato un accordo bilaterale nell’ambito del programma Erasmus+ con l’Istituto di appartenenza.
Lo studente Erasmus riceve un contributo comunitario ad hoc, ha la possibilità di seguire corsi e di usufruire delle strutture disponibili presso l'Istituto ospitante senza ulteriori tasse di iscrizione, con la garanzia del riconoscimento del periodo di studio all’estero tramite il trasferimento dei crediti, effettuato con il sistema ECTS (European Credit Transfer System). Per gli/le studenti/esse Erasmus con esigenze speciali sono previsti contributi specifici.
Se sei interessato ad effettuare una mobilità Erasmus per studio devi presentare la tua candidatura tramite il bando annuale.

Il bando di concorso per la mobilità Erasmus+ viene pubblicato una volta all'anno nel corso del primo semestre. Per ogni Dipartimento sono indicate:

  • destinazioni;
  • area disciplinare dell'accordo (ISCED);
  • numero di posti disponibili;
  • durata della mobilità (da tre a dodici mesi);
  • docenti referenti dei singoli scambi.

Bando

Consultazione delle mobilità attive

Gli studenti vincitori di borsa Erasmus possono usufruire del Centro Linguistico di Ateneo per attestare il livello di conoscenza della lingua straniera.

I test si svolgeranno a:

  • maggio (studenti in partenza nel primo semestre);
  • settembre (studenti in partenza nel secondo semestre).

Consulta tutte le informazioni

Dopo la pubblicazione delle graduatorie Erasmus I nomi ed i contatti degli studenti vincitori per ciascuna destinazione (nomination) saranno comunicati ai partner dalla Sezione Mobilità e Didattica Internazionale.

Procedura per studenti Unito outgoing

Gli studenti vincitori dovranno inviare alle Università di destinazione, nei termini indicati, una pre-registrazione (application form) mediante il modulo reperibile sui siti delle Università ospitanti oppure mediante forme di iscrizione online.

Prima della partenza lo studente deve compilare il Learning Agreement (contratto d'apprendimento), sul quale indicherà i corsi che intende frequentare all'estero. La scelta dei corsi si opera in base all'affinità disciplinare con i corrispondenti esami italiani di cui lo studente chiederà la convalida.

Il learning agreement si compone di tre parti:

Before the mobility: il learning agreement deve essere concordato con il responsabile didattico del Corso di studio che lo firma almeno 15 giorni prima della partenza; lo studente è così autorizzato a sostenere presso l'Università partner l'insieme degli esami indicati nel documento. Non è necessaria l'approvazione del singolo docente titolare di insegnamento.

During the mobility: per cambiare il Learning Agreement lo studente deve compilare l’apposita sezione “During the mobility” e chiedere l’approvazione al docente italiano incaricato e al referente delll’Università di accoglienza. Per ogni esame inserito in questa sezione, lo studente deve flaggare l’indicazione “deleted” oppure “added”. La sezione “During the mobility” deve essere sempre accompagnata dal “Before the mobility”.

After the mobility: solitamente questa sezione è sostituta dall’invio del Trasncript of records da parte dell’istituzione partner.

Il numero di crediti da indicare sul Learning Agreement che potranno essere oggetto di riconoscimento esami con voto non può superare il massimo di 60 cfu per chi trascorre l'intero anno accademico all'estero, 30 cfu per chi vi trascorre un solo semestre. Possono essere sostituiti crediti in esubero rispetto a tali limiti, ma deve trattarsi di crediti senza voto per Altre attività (TAF F).

La corrispondenza di crediti (1 ECTS = 1 cfu) si calcola sull'intero pacchetto di esami da sostenere all'estero (30 ECTS sostenuti all’estero diventeranno circa 30 cfu sul piano carriera italiano), con possibilità di compensazione fra esami. Tale corrispondenza non si applica necessariamente esame per esame, ma solo in chiave complessiva.

Il Dipartimento di Giurisprudenza riconosce allo studente vincitore di una borsa Erasmus la possibilità di sostenere in anticipo esami obbligatori previsti per l’anno successivo, esami che egli, fruendo della mobilità, sarebbe impossibilitato a sostenere tempestivamente presso il nostro Dipartimento. Analogamente è possibile “anticipare” materie degli anni successivi che risultino sostituibili, per poterle sostenere all’estero nell’ambito del Programma Erasmus.

Le regole di sostituibilità generali poste dal Dipartimento di Giurisprudenza sono le seguenti:

  • Materie di base o caratterizzanti: sono sostituibili, sempre con analogo insegnamento estero, le materie afferenti ai settori scientifico-disciplinari IUS 02 (Sistemi giuridici comparati), IUS 13 (Diritto internazionale), IUS 14 (Diritto dell’UE), IUS 20 (Filosofia del Diritto)
  • Materie affini (scelta di rosa): sono sostituibili, sempre con analogo insegnamento estero, le materie, da 6 CFU o da 12 CFU, afferenti ai settori economici (SECS-P) o sociologici (SPS) e ai settori scientifico disciplinari giuridici: IUS 01, IUS 02, IUS 04, IUS 07, IUS 08, IUS 10, IUS 11, IUS 12, IUS 13, IUS 14, IUS 15, IUS 16, IUS 17, IUS 18, IUS 19, IUS 20, IUS 21.
  • Materie a scelta libera (TAF D): sono sostituibili, senza particolari vincoli di corrispondenza, le materie da 6 CFU o da 12 CFU a scelta libera dello studente.
  • Altre attività (TAF F): sono sostituibili i crediti di lingua, per seminari e per altre attività.

Tutti gli studenti vincitori di Borsa Erasmus+ per studio:

  • prima della partenza dovranno effettuare il test di autovalutazione Online Linguistic Support (OLS) al fine di poter seguire i corsi di lingua online gratuiti previsti dal programma. Il corso prevede una valutazione iniziale della conoscenza della lingua del paese di destinazione, e della lingua veicolare per l’insegnamento, e un corso di lingua interattivo e personalizzato in funzione del livello rilevato nella valutazione iniziale.
  • al rientro della mobilità Erasmus, gli studenti dovranno effettuare la valutazione finale del livello linguistico che indicherà i progressi raggiunti.

    Il corso e il test di autovalutazione sono obbligatori. Le credenziali per accedere al test ed al corso sono fornite tramite mail dalla Sezione Mobilità e Didattica Internazionale. Per maggiori informazioni visitare la seguente pagina: https://erasmusplusols.eu/it/

Entro 20 giorni dalla conclusione del periodo Erasmus, lo studente deve provvedere alla chiusura amministrativa della mobilità e all’avvio della pratica di riconoscimento dell’attività svolta all’estero secondo quanto verrà comunicato dalla Sezione Mobilità e Didattica Internazionale.

Una volta ricevuta tutta la documentazione finale e completata la procedura di chiusura del periodo Erasmus, la Sezione trametterà all’Ufficio Servizi per l’Internazionalizzazione del Polo CLE la pratica al fine di avviare il riconoscimento dei crediti conseguiti all’estero.

Sezione in aggiornamento.

Come presentare la candidatura

Before the mobility 

During the mobility

After the mobility

Responsabile della mobilità internazionale di Dipartimento

Hanno un ruolo di indirizzo e coordinamento di tutte le attività internazionali del Dipartimento, e di raccordo con la Scuola di Scienze Giuridiche Politiche ed Economico sociali per la gestione dei bandi di Scuola.

Anna Mastromarino

Ludovica Poli

Responsabili didattici della mobilità per cds

Hanno il ruolo di referenti didattici, al fine di approvare l’attività formativa pianificata nell’ambito del piano carriera per il periodo all’estero (Learning Agreement) e, successivamente, convalidare i CFU conseguiti.

Saverio Masuelli (area germanofona) - LMG/01 Giurisprudenza a ciclo unico

Anna Mastromarino (area ispanofona) - LMG/01 Giurisprudenza a ciclo unico

Roberta Aluffi (area francofona) - LMG/01 Giurisprudenza a ciclo unico

Ludovica Poli (area anglofona) - LMG/01 Giurisprudenza a ciclo unico

Simona Novaretti - L-14 Diritto per le imprese e le istituzioni

Chiara Ruscazio - L-14 Scienze del diritto italiano ed europeo (Cuneo)

Enrico Sciandrello - L-14 Global Law and Transnational Legal Studies

Ilaria Riva - L-16 Consulenza del lavoro e gestione delle risorse umane

Lorenza Mola - L-16 Scienze dell’amministrazione (erogato on-line) | LM-90 European Legal Studies

Elisa Ruozzi - LM-63 Scienze amministrative e giuridiche delle organizzazioni pubbliche e private

 

Ufficio Servizi Internazionalizzazione del Polo CLE

L'Ufficio offre assistenza a docenti e studenti incoming ed outgoing per la gestione dei periodi di mobilità, la negoziazione degli accordi di cooperazione didattica e scientifica con Università straniere, la redazione e il coordinamento di progetti internazionali.

Email: international.cle@unito.it

Tel: +39 011 670 4179- 4126 – 3108

Tutor Erasmus

Il Tutor Erasmus offre un servizio di sportello in presenza: si occupa di fornire agli studenti le informazioni in merito alla partecipazione al progetto. Il Tutor può essere contattato per: 

  • chiarimenti sul bando di mobilità; 
  • modalità di presentazione della candidatura; 
  • scelta delle materie convertibili; 
  • aiuto per la compilazione dei documenti amministrativi necessari prima della partenza.

Email: international.cle@unito.it

Tel: +39 011 670 9436

L'orario di ricevimento è consultabile alla pagina dedicata sul sito della Scuola di Scienze Giuridiche, Politiche ed Economico-Sociali.

Sezione Mobilità e Didattica Internazionale

La Sezione Mobilità e Didattica Internazionale (international.exchage@unito.it ) è responsabile per le questioni amministrative e l’erogazione delle borse di mobilità.

Telefono: (+39) 011 6704425

Email: internationalexchange@unito.it

Ultimo aggiornamento: 28/02/2020 09:07
Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!