Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community

Studi giuridici europei (Classe LM-90)


Presidente: Edoardo Greppi
Orientamento: Annamaria Viterbo - Lorenza Mola
Piani di studio, passaggi e trasferimenti: Alberto Oddenino
Rappresentanti degli studenti: Minolfi Nikla

Sede: Torino - Lungo Dora Siena 100/A
Durata:  2 anni
Posti disponibili: accesso libero

La laurea magistrale si propone la formazione di un giurista europeo. Gli accordi didattici, da anni esistenti con Facoltà giuridiche europee riguardanti scambi di docenti e studenti, consentono una didattica integrata con corsi in materie giuridiche straniere, adatti a questa laurea magistrale.

Regolamento didattico del corso di laurea

Guida dello studente

Sito Miur - Universitaly


I laureati in questo corso di laurea magistrale devono:
• entrare in possesso di conoscenze specialistiche, sia metodologiche sia culturali sia professionali, prevalentemente (anche se non esclusivamente) giuridiche, che li pongano in grado di percepire e gestire le problematiche che si presentano dall'incontro con gli ordinamenti giuridici, economici e sociali degli stati appartenenti all'Unione Europea;

• a tale scopo debbono possedere conoscenze multidisciplinari che consentano loro di inserirsi nel mondo del lavoro assumendo sin dall'inizio del rapporto posizioni di responsabilità sia che operino in imprese private, nazionali e multinazionali, sia che operino presso amministrazioni pubbliche o istituzioni nazionali o sovranazionali operanti negli Stati dell'Unione Europea o nell'ambito di essa;

• le loro conoscenze non debbono essere soltanto teoriche ma anche adeguatamente supportate da un'esperienza applicativa che consenta loro di percepire la dimensione sperimentale delle nozioni giuridiche comparate e internazionali nei vari ambiti in cui si dispiega la dimensione europea dei fenomeni giuridici ed economici;

• acquisire avanzate conoscenze giuridiche transnazionali sia di diritto degli Stati europei sia comparatistiche sia storico-istituzionali europee idonee all'attività del giurista nell'U.E., negli Stati dell'U.E. ed in altri ad essa collegati, quale esperto, consulente, operatore e professionista nel campo del diritto e della pratica giuridica;

• acquisire competenze elevate necessarie a svolgere funzioni di alta responsabilità - in organizzazioni pubbliche e private - capaci di interagire con le istituzioni europee in ambiti transnazionali europei e ad operare nello scenario emergente dal sistema multiplo di governo dell'Unione Europea;

• essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno due lingue dell'Unione Europea oltre l'italiano (in particolare francese e inglese) e possedere adeguate conoscenze della lingua tedesca che consentano, se non di svolgere una conversazione, almeno di comprendere testi scritti concernenti le materie professionali.

Il percorso formativo, nel rispetto dell'apprendimento dei settori giuridici classici, si snoda con modalità qualitative e quantitative aggiornate secondo le prospettive di orientamento e di lavoro del giurista in un ambito internazionalizzato e in cui sempre più forti sono gli intrecci tra gli ordinamenti giuridici.

I ANNO (a.a. 15/16)
Codice Attività formativa CFU SSD TAF
Un insegnamento da 9 CFU a scelta tra:
GIU0636 Economy of Migration 9 SECS-P/02 B
GIU0128 Economia Internazionale 9 SECS-P/01 B
Due insegnamenti da 6 CFU o uno da 12 CFU a scelta tra:
GIU0513 International Institutional Law 6 IUS/13 B
GIU0622 International Law and Globalization 6 IUS/13 B
GIU0624 International Environmental Law 6 IUS/13 B
GIU0437 Diritto Pubblico e dell'Economia dei Paesi dell'UE 12 IUS/21-IUS/21 B
GIU0623 Diritto dell'Organizzazione Economica Internazionale 12 IUS/13-IUS/13 B
Due insegnamenti da 6 CFU o uno da 12 CFU a scelta tra:
GIU0625 History of European Law 6 IUS/19 B
GIU0527 Anti-Discrimination Law 6 IUS/21 B
GIU0451 Fundamental Rights in Europe 6 IUS/08 B
GIU0567 Diritti Universali e Immigrazione 6 IUS/21 B
GIU0474 Dottrina dello Stato: Principi del costituzionalismo in EU 6 IUS/09 B
GIU0472 Diritto alla Lingua in Europa 6 IUS/21 B
GIU0391 Forme di Governo e Giustizia Costituzionale Comparata 12 IUS/21-IUS/21 B
GIU0626 Diritto Internazionale Umanitario e Tutela dei Diritti Umani 12 IUS/13-IUS/13 B
Un insegnamento da 12 CFU oppure due da 6 CFU a scelta tra:
GIU0610 European Private Law 12 IUS/02 B
GIU0101 Diritto Internazionale Privato e Processuale 6 IUS/13 B
GIU0574 Diritto Societario Europeo 6 IUS/04 B
GIU0008 Diritto dei Contratti Internazionali 6 IUS/02 B
 
GIU0627 Legal English I 3 L-LIN/12 B
Due insegnamenti da 6 CFU o uno da 12 CFU a scelta tra:
GIU0542 European and Comparative Administrative Law 6 IUS/10 C
GIU0532 Criminal and Civil Procedure of the EU 6 IUS/16 C
GIU0451 Transitional Justice 6 IUS/16 C
GIU0414 Diritto del Lavoro UE e processuale europeo 12 IUS/07-IUS/15 C
GIU0463 Filosofia e democrazia dei valori 12 IUS/20-IUS/20 C
II ANNO (a.a. 16/17)
Codice Attività formativa CFU SSD TAF
Un insegnamento da 6 CFU a scelta tra:
GIU0629 EU External Relations 6 IUS/13 B
GIU0408 Diritto dell'Integrazione Europea 6 IUS/14 B
Un insegnamento da 6 CFU a scelta tra:
GIU0630 International and European Sales of Goods 6 IUS/02 B
GIU0077 Anglo American Law 6 IUS/02 B
Oppure
GIU0205 Diritto Privato dell'UE 6 IUS/02 B
GIU0082 Diritto Privato Comparato 6 IUS/02 B
Un insegnamento da 6 CFU a scelta tra:
GIU0632 European Law and Humanities 6 IUS/20 C
GIU0612 Legal Aspects of Globalization 6 IUS/20 C
Oppure
GIU0032 Informatica Giuridica 6 IUS/20 C
GIU0537 Diritto Comparato delle Religioni 6 IUS/11 C
GIU0389 Derecho Administrativo Romano Comparado 6 IUS/18 C
Un insegnamento da 6 CFU a scelta tra:
GIU0633 International Arbitration 6 IUS/15 C
Oppure
GIU0531 Negoziazione e Mediazione dei Conflitti 6 IUS/15 C
GIU0026 Cooperazione Giudiziaria Penale Internazionale 6 IUS/16 C
Un insegnamento da 6 CFU a scelta tra:
GIU0634 Food Law 6 IUS/10 C
Oppure
GIU0448 Diritto dei Beni Culturali 6 IUS/10 C
GIU0195 Diritto degli Alimenti 6 IUS/10 C
GIU0450 Diritto Penale Commerciale negli Stati dell'UE 6 IUS/17 C
GIU0635 Diritto Penale dei Paesi dell'UE 6 IUS/17 C
/ Altre Attività 3 / F
/ Scelta dello studente* 6+3 / D
GIU0241 Prova finale 18 / E

 *Materie a scelta consigliate: International Economics (GIU0637), Economy of Migration (GIU0636), International Institutional Law (GIU0513), History of European Law (GIU0625), Global Economic Governance (GIU0566B), International Environmental Law (GIU0624), Anti-Discrimination Law (GIU0527), Fundamental Rights in Europe (GIU0451), Transitional Justice (GIU0451),  European and Comparative Administrative Law (GIU0542), Criminal and Civil Procedure of the EU (GIU0532), Legal Aspects of Globalization (GIU0612), Anglo American Law (GIU0077), International and European Sales of Goods (GIU0630), Derecho Administrativo Romano Comparado (GIU0389).
Ogni materia non optata nelle rose ristrette in lingua italiana oppure, sempre in lingua italiana: Garanzie dei Diritti Fondamentali (GIU0344), Diritto Pubblico e Governo delle Differenze (GIU0529), Storia del Diritto Europeo (GIU0402).

NOTA: I docenti possono decidere di attivare un modulo da 3 cfu aggiuntivi per arrivare ad offrire i 9 cfu necessari.                                          
Come materia da 3 cfu sarà offerta Legal English II (English for Eu Law-GIU0672).                                            

N.B. = si ricorda che è necessario verificare di volta in volta l'attivazione dell'insegnamento a scelta con riferimento all'a.a. in corso.   


Per sapere se prima di sostenere un certo esame è necessario averne prima superato un altro - cioè per conoscere l'elenco delle propedeuticità* - è necessario consultare quanto riportato sulla Guida dello Studente del proprio anno di immatricolazione, ovvero quanto riportato all'apposita pagina.

 Gli esami sostenuti senza rispettare le propedeuticità saranno annullati al momento della registrazione dell'esame propedeutico.

 *Propedeutico è l'esame che deve essere sostenuto per primo.

I criteri di accesso alla laurea magistrale in Studi giuridici europei prevedono una preparazione nelle linee giuridiche economiche pari al conseguimento di almeno: 6 cfu in diritto privato, 6 cfu in diritto costituzionale o in istituzioni di diritto pubblico, 6 cfu in economia politica o politica economica. L'adeguatezza della personale preparazione in relazione alla sussistenza dei citati requisiti sarà verificata, con le modalità definite dal regolamento didattico, da una commissione nominata dal Consiglio di corso di laurea. Nel caso di debiti formativi potranno essere previste modalità di sostenimento degli esami dedicate ai candidati all'iscrizione al corso di laurea.




La prova finale consiste in un elaborato scritto, anche in lingua straniera, redatto con metodo scientifico, su un argomento, circoscritto e commisurato al numero dei crediti, di ambito o contesto europeo nei settori insegnati, che dimostri la padronanza degli argomenti, la capacità di ricercare, analizzare e/o operare in modo autonomo e con un buon livello di comunicazione verificato in sede di discussione.

Il corso formerà giuristi esperti della disciplina europea (tanto dell'UE che dei singoli Stati) internazionale e transnazionale:
• per studi professionali
• imprese
• enti pubblici
• istituzioni europee ed internazionali
• ricerca e giornalismo specializzato
• organizzazioni non governative

Il corso prepara alla professione di:
•    Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione
•    Specialisti del controllo nella Pubblica Amministrazione  
•    Esperti legali in imprese
•    Esperti legali in enti pubblici

Il corso non consente l'accesso alle carriere di:
•    notaio
•    avvocato
•    magistrato

Autovalutazione, Valutazione periodica e Accreditamento del Sistema Universitario Italiano (AVA)

Al CUN (Consiglio Universitario Nazionale) e all'ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca) sono attribuiti compiti distinti ai fini dell'accreditamento, da parte del Ministero, dei Corsi di Studio delle Università.

Il CUN è chiamato ad esprimersi in fase di istituzione del corso di studio, mentre l'ANVUR è chiamata ad esprimersi in fase di accreditamento e di attivazione del Corso di Studio.

Il processo di accreditamento da parte dell'ANVUR previsto dal DM n.47 del 30 Gennaio 2013 include la predisposizione, da parte del Corso di Studio, di una documentazione di auto-valutazione basata sulla propria assicurazione di qualità.

Visualizza i documenti relativi all'accreditamento periodico del Corso di Laurea magistrale in Studi giuridici europei (LM-90)

Ultimo aggiornamento: 21/09/2018 23:26