Vai al contenuto principale
Oggetto:
Oggetto:

Diritto dell'integrazione europea

Oggetto:

Anno accademico 2010/2011

Docente
Ornella Porchia (Titolare del corso)
Corso di studi
Laurea a ciclo unico in Giurisprudenza - a Torino (D.M. 270/2004) [f004-c501]
Laurea magistrale in Scienze giuridiche per le amministrazioni pubbliche e private (D.M. 270/2004) [f004-c502]
Laurea magistrale in Studi giuridici europei (D.M. 270/2004) [f004-c503]
Anno
4° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
IUS/14 - diritto dell'unione europea
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Programma

ARGOMENTO DEL CORSO I. Primo modulo – Il mercato interno Processo di integrazione e libertà fondamentali - L’integrazione europea: nozioni introduttive - La libera circolazione delle merci - La libera circolazione delle persone e la cittadinanza europea - La libertà di stabilimento - La libera circolazione dei servizi - II. Secondo modulo – Il processo dell'Unione europea Struttura e competenze degli organi giudiziari dell’Unione europea Le tipologie di azioni - L’azione di annullamento - L’eccezione di invalidità - L’azione di responsabilità extracontrattuale - La procedura d’infrazione - Il rinvio pregiudiziale: il dialogo con i giudici nazionali. La responsabilità dello Stato per violazione del diritto dell'Unione europea. Le competenze della Corte di giustizia dell'Unione europea nell'ambito della cooperazione giudiziaria e di polizia in materia penale.

MODALITÀ DIDATTICHE Il corso è strutturato in due moduli. Il primo modulo, dopo una presentazione di carattere generale relativa al processo di unificazione del mercato interno, sarà dedicato alle libertà fondamentali, dando il giusto risalto al ruolo esercitato dalla giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea. Il secondo modulo sarà destinato all’approfondimento, attraverso l’analisi della giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea, delle competenze degli organi giudiziari, delle azioni esperibili, delle regole procedurali nonché del rapporto tra giudice europeo e giudice nazionale. Inoltre, gli studenti saranno invitati, attraverso lo studio di un caso concreto, a mettere in pratica le nozioni acquisite, sperimentando al contempo le loro abilità pratiche. Nell’ambito del corso saranno invitati esperti in materia.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

G. Tesauro, Diritto dell'Unione Europea, Cedam, Padova, 2010 (capitoli I solo par. 7, III, IV e V ).

Ulteriori letture e sentenze di riferimento saranno indicati durante il corso e segnalati su Klips.

Per i testi normativi di riferimento: B. Nascimbene, Unione europea. Trattati, Giappichelli, Torino (ult. ed.).

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 02/05/2011 16:47
Non cliccare qui!