• Sei in:
  • Home
  • Corsi di insegnamento
  • Seminario: Intercettazioni, mezzi di comunicazione di massa e forme di tutela (non attivo a.a. 2017-2018)
 
 

Seminario: Intercettazioni, mezzi di comunicazione di massa e forme di tutela (non attivo a.a. 2017-2018)

 

Seminar

 

Anno accademico 2017/2018

Codice attività didattica
GIU00
Corso di studio
Corsi di Laurea del Dipartimento di Giurisprudenza
Anno
3° anno
Tipologia
Ulteriori conoscenze linguistiche, seminario o altre attività.
Crediti/Valenza
3
SSD attività didattica
IUS/16 - diritto processuale penale
Erogazione
Seminariale
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Da concordare con il docente
Prerequisiti
Aver superato l'esame di Diritto penale I e Diritto processuale penale I od essere iscritti a quest'ultimo corso nel secondo semestre ovvero esserlo stati nel semestre precedente.
 
 

Obiettivi formativi

Il Seminario si propone di offrire una panoramica normativa e giurisprudenziale, di una particolare categoria di mezzi di ricerca della prova caratterizzata da una particolare invasività nella sfera privata del singolo e di terzi che con il prevenuto vengono in contatto, anche al di fuori della vicenda criminosa per la quale le intercettazioni sono state autorizzate ed effettuate.

 

Risultati dell'apprendimento attesi

Lo studente dovrà acquisire una buona padronanza degli strumenti giuridici, di diritto penale sostanziale e processuale, e sviluppare le conoscenze relative agli aspetti della disciplina degli strumenti di comunicazione di massa e dei loro effetti sulla discplina del processo e della tutela della vittima di possibili violazioni della normativa di settore
Particolare attenzione è dedicata, al fine del raggiungimento degli obiettivi dell’apprendimento, aalla discussione, all’interpretazione e all'approfondimento critico dei risultati delle conoscenze acquisite in via teorica.

 

Programma

L'argomento del seminario, data la sua complessità, è articolato su dieci incontri, ai quali verranno invitati diversi esperti della materia nelle sue vaste sfaccettature.

Si tratterà della disciplina processuale delle intercettazioni, della loro efficacia come strumenti di ricerca della prova e dei conflitti fra valori costituzionali attinenti la tutela della dignità della persona e le esigenze di prova, anche attraverso condotte invasive della sfera personale del cittadino.

Particolare attenzione verrà posta agli ultimi arresti giurisprudenziali in materia di Trojan, anche in confronto con recenti pronunce di autorità straniere, sostanzialmente riconducibili alle posizioni assunte dai giudici italiani.

Si analizzeranno le varie tecniche di intercettazione nonchè i vari mezzi di comunicazione di massa e le forme di aggressione più frequenti che sfociano in condotte penalmente rilevanti; anche sotto il profilo dell'accesso dei soggetti esercenti servizi di cronaca alle fonti.

Non meno importanti, per la loro incalzante applicazione, sono i nuovi istituti della sanzione pecuniaria civile, introdotta nel 2016 anche a seguito dell'abrogazione di taluni delitti contro l'onore, nonchè le sanzioni disciplinari nei confronti dei soggetti appartenenti all'ordine giudiziario che abbiano oltrepassato i limiti stabiliti dala legge nel disporre intercettazioni o nella loro divulgazione

 

Modalità di insegnamento

Frontale in forma orale

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

Eventuale discussione di un elaborato scritto.

 

Testi consigliati e bibliografia

Appunti presi durante gli incontri

 

Note

Il seminario si terrà, dalle ore 14.00 alle ore 16.00, in aula C1 (nella data del 29 marzo l'incontro si terrà in aula B2) nei seguenti giorni:

2 marzo
9 marzo
16 marzo
23 marzo
29 marzo
6 aprile
20 aprile
27 aprile
4 maggio
11 maggio

 

Registrazione
  • Aperta
    N° massimo di studenti
    40 (Raggiunto questo numero di studenti registrati non sarà più possibile registrarsi a questo corso!)
     
    Ultimo aggiornamento: 14/09/2017 09:54
    Campusnet Unito
    Non cliccare qui!