Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

Diritto penale del lavoro (a distanza)

Oggetto:

CRIMINAL LAW OF EMPLOYMENT

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
GIU0784
Docente
Prof. Davide Petrini (Titolare del corso)
Corso di studio
Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza - a Torino (D.M. 270/2004) [f004-c501]
Anno
1° anno, 2° anno, 3° anno, 4° anno, 5° anno
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
IUS/17 - diritto penale
Erogazione
A distanza
Lingua
Italiano
Frequenza
Consigliata
Tipologia esame
Orale
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

l corso si propone di fornire allo studente un'adeguata conoscenza del diritto penale del lavoro , sia nella dimensione teorica che in quella operativa

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Lo studente dovrà avere una conoscenza approfondita dei principali istituti relativi alla responsabilità penale connessa diritto penale del lavoro. Dovrà inoltre essere in grado di tracciare mappe concettuali e, in particolare, di creare collegamenti tra parte generale e parte speciale del diritto penale. Dovrà infine saper applicare le conoscenze teoriche acquisite a fattispecie concrete.

Oggetto:

Programma

1. Premesse di carattere generale. - Contenuto e limiti del diritto penale del lavoro. L'interesse attuale della materia. - La necessità di autonoma tutela penale in materia di lavoro. La rilevanza costituzionale dell'interesse protetto. L'art. 41 Cost.: sicurezza dignità e libertà dei lavoratori. La posizione di "debolezza" contrattuale e l'esposizione a pericolo dei prestatori d'opera. - Il volto attuale del diritto penale del lavoro. Il superamento della prospettiva autoritaria del fascismo nella regolamentazione del rapporto di lavoro, e del ruolo meramente sanzionatorio del diritto penale. Il nuovo Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (d. lgs. 81/2008). - Il diritto penale del lavoro al vaglio dei principi di efficacia, sussidiarietà ed extrema ratio. - Ipiù recenti problemi del diritto penale del lavoro: dal lavoro interinale al telelavoro: quale "sicurezza". 2. Gli ambiti di studio. a. Il titolo VII, capo I, libro II del codice penale: sciopero e serrata nella giurisprudenza delle Corte costituzionale. Loscioperodei pubblici dipendenti. b. Sicurezza del lavoro e integrità fisica dei lavoratori nel codice penale. - I delitti contro l'incolumità pubblica: gli artt. 437 e 451 c.p.Il concorso di reati con le ipotesi contravvenzionali. - "Periferia" e "centro" nella tutela della salute, dell'integrità fisica e della vita dei lavoratori: omicidio elesioni colpose da malattia professionale o infortunio sul lavoro. Il rapporto causale. La colpa. c. La legge delega 499/93:la depenalizzazione e la riforma del sistema sanzionatorio nel diritto penale del lavoro. - La causa estintiva delle violazioni in materia di sicurezza e igiene del lavoro. - L'intervento normativo del 2003 (c.d. legge Biagi) in particolare in tema di agenzie per il lavoro, somministrazione di lavoro, appalto di servizi, apprendistato, lavoro a progetto e prestazioni occasionali. d. La normativa prevenzionale. - ID.P.R. degli anni '55 - '56, l'attuazione delle Direttive comunitarie ed i rapporti tra normativa europea e quella nazionale. - Il nuovo modello prevenzionale (dal Titolo I del D. Lgs. 626/1994 al D. Lgs. 81/2008). - L'individuazione dei soggetti responsabili in materia di sicurezza ed igiene del lavoro, in particolare le figure del datore di lavoro, del dirigente e del preposto. - La delega di funzioni e la sua incidenza sulla responsabilità penale. - I nuovi soggetti obbligati. - I principali obblighi prevenzionali e. La tutela della dignità e libertà dei lavoratori. - Le disposizioni penali nello Statuto dei lavoratori.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame orale

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

Gli studenti che frequentano potranno preparare l'esame sugli appunti presi a lezione. Per coloro che non possono o intendono frequentare, si consigliano i seguenti testi:

F. Giunta - D. Micheletti (a cura di), Il nuovo diritto penale della sicurezza nei luoghi di lavoro, Milano, Giuffrè, 2010, pp.2-366; 935-967.

T. Padovani , Il nuovo volto del diritto penale del lavoro,in "Riv.trim. dir.pen. econ.", 1996, pp. 1157-1171; D.

Pulitanò, Igiene e sicurezza del lavoro (tutela penale), in Digesto, Disc. pen., vol. VI, Torino, 2006, 102-118.

Registrazione
  • Aperta
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 28/03/2019 10:51
    Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html
    Non cliccare qui!