Vai al contenuto pricipale

Profili Professionali


Il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza è destinato a formare:
• esperti legali in imprese;
• esperti legali in enti pubblici;
• avvocati;
• notai;
• funzionari di organizzazioni internazionali
• magistrati.

Descrizione delle aree professionali per il profilo giuridico e politico sociale


I laureati in Consulenza del lavoro e gestione delle risorse umane acquisiscono una formazione interdisciplinare, che apre loro una serie di possibili sbocchi occupazionali.

Essi possono dedicarsi all'attività libero-professionale di Consulente del lavoro, dopo aver svolto il periodo di pratica e superato il relativo esame di Stato con la conseguente iscrizione al relativo Albo. 

I dottori in Consulenza del lavoro e gestione delle risorse umane possono svolgere attività lavorative nelle imprese private e pubbliche, nelle pubbliche amministrazioni, nelle organizzazioni private e nel settore degli enti no profit (il cosiddetto terzo settore) con specifico riferimento alla gestione delle risorse umane e alle relazioni sindacali. Essi in particolare sono in grado di operare all'interno di strutture pubbliche o private, proponendosi come ideatori e interpreti di modelli che sappiano essere innovativi nell'amministrazione e organizzazione dell'ente, ma anche idonei a valorizzare la crescita delle risorse umane in modo coerente rispetto agli obiettivi che lo stesso ente si propone di perseguire. In tal modo essi possono impiegare le cognizioni socio-organizzative ed economiche acquisite contribuendo all'organizzazione del lavoro negli enti pubblici e privati, nelle organizzazioni del terzo settore e nelle imprese.

Le conoscenze approfondite della disciplina giuridica dell'impresa e del contratto di lavoro, del diritto della previdenza sociale e del diritto sindacale li rendono ideali interpreti del ruolo di gestore delle risorse umane e delle relazioni con il personale e con le organizzazioni sindacali, all'interno di qualunque struttura pubblica o privata.

L'approccio interdisciplinare che caratterizza l'intero percorso formativo fa del laureato in Consulenza del lavoro e gestione delle risorse umane un "tecnico" pronto a comprendere il cambiamento e a tradurlo in innovazione organizzativa nei molteplici contesti nei quali si trova ad operare.

• Consulenti del lavoro (libera professione previo esame di Stato)
• Esperti in gestione delle risorse umane 
• Esperti nelle relazioni industriali e nelle organizzazioni sindacali
• Esperti dell'organizzazione del lavoro 
• Esperti legali in imprese 
• Esperti legali in enti pubblici (tra cui in particolare gli enti previdenziali)

Regolamento delle attività di stage e delle altre attività

Descrizione delle aree professionali per il profilo giuridico e politico sociale


I laureati del Corso svolgeranno attività professionali in ambito giuridico-amministrativo pubblico e privato, nelle amministrazioni, nelle imprese, nelle organizzazioni internazionali, per le quali sia necessaria una specifica preparazione giuridica.

Alla molteplicità dei possibili sbocchi corrispondono i diversi percorsi di specializzazione.

Il Corso intende formare tecnici dell'amministrazione e dell'organizzazione, capaci di operare sia nel settore pubblico che nel settore privato, in ruoli nei quali sono necessarie specifiche competenze giuridiche.

Pur nella diversità di tali contesti, essi sono accomunati dal fatto che la crescente complessità delle conoscenze e competenze richieste implica l'utilizzo di figure più qualificate, connotate da professionalità, iniziativa e assunzione di responsabilità, anche in ruoli diversi da quelli tradizionalmente ricoperti dai laureati in Giurisprudenza.

Il Corso potrà dunque offrire operatori alle imprese pubbliche e private operanti nei diversi settori (servizi commerciali, finanziari, bancari, assicurativi, etc.), operatori giuridico economici alle agenzie pubbliche che interagiscono con le imprese private (INPS, INAIL, Camere di Commercio, etc.), oltre a formare figure più tradizionali destinate ad operare nell'ambito delle pubbliche amministrazioni.

Fra gli altri possibili sbocchi professionali del corso si possono menzionare: segretari amministrativi, amministratori di stabili e condomini, personale ausiliario dell'autorità giudiziaria ordinaria e amministrativa.

Il percorso per Operatore giudiziario e dei corpi di polizia favorisce in particolare l'accesso a professioni come quella di cancelliere presso i tribunali e di ufficiali nei corpi di polizia. Il percorso si avvale della collaborazione del Corpo di Polizia Municipale di Torino.

Il corso prepara alla professione di:
• Esperti legali in imprese o enti pubblici
• Tecnici del lavoro bancario
• Altre professioni in ambito finanziario-assicurativo
• Segretari, archivisti, tecnici degli affari generali ed assimilati
• Tecnici dei servizi giudiziari
• Ufficiali della polizia di stato

Descrizione delle aree professionali per il profilo giuridico e politico sociale

Per facilitare la conoscenza e la sperimentazione delle attività professionali nei quattro percorsi, sono attivati tirocini: presso aziende, banche, compagnie di assicurazione, società, studi legali per il percorso di giuristi d'impresa; ancora presso studi legali, enti e aziende che hanno contatti con l'estero per il percorso transnazionale; presso la Regione, Province, Comuni, enti e agenzie pubbliche per il percorso di operatore giuridico della pubblica amministrazione; presso tribunali, procure, la Corte d'appello e la Polizia Municipale di Torino per il percorso di operatore giudiziario e dei corpi di polizia. Per la scelta e l'assistenza nei tirocini vi è l'ufficio Job Placement (dott.sse Gammino e Testù) e tutor per i singoli percorsi (professori Mignone e Ferrante per il percorso Giuristi d'impresa, Gigliotti per il percorso Transnazionale, Genesin per Operatore giuridico della pubblica amministrazione e Quattrocolo per Operatore giudiziario e dei corpi di polizia).


Il Corso intende fornire una formazione interdisciplinare destinata ad operatori del diritto, specie in relazione a realtà economiche di medie e piccole dimensioni ed ad attività giuridiche del settore terziario (in particolare rispetto a livelli medi di formazione all'interno della P.A., quali quelli relativi alla qualifica D del settore tecnico-amministrativo), intendendosi corrispondere con la realtà socio-economica e transfrontaliera della sede cuneese.

Descrizione delle aree professionali per il profilo giuridico e politico sociale


I laureati in Scienze dell'amministrazione (on line) sono formati per svolgere attività lavorative nelle aziende private e pubbliche, nelle pubbliche amministrazioni, nelle organizzazioni private e nel terzo settore. In particolare sono in grado di

  • operare con efficacia all'interno di strutture pubbliche o private interpretando il cambiamento e promuovendo l'innovazione nell'amministrazione ed organizzazione di enti con o senza scopo di lucro, ponendo la crescita delle risorse umane quale base di modelli organizzativi flessibili, ad alta sensibilità verso le variazioni e le turbolenze che investono la missione dell'ente;

  • operare con efficacia nel mercato del lavoro, cooperando all'organizzazione del lavoro in enti pubblici e privati, in organizzazioni del terzo settore e nelle imprese alla luce delle cognizioni socio-organizzative ed economiche acquisite;

  • gestire all'interno di qualunque struttura pubblica o privata le risorse umane, le relazioni con il personale e con le organizzazioni sindacali, sulla base di conoscenze approfondite della disciplina giuridica dell'impresa e dello scambio di lavoro, del diritto della previdenza sociale e del diritto sindacale;

  • interpretare il cambiamento e l'innovazione organizzativa in contesti istituzionali molteplici: pubblici, privati, del terzo settore.

Il corso prepara alle professioni di:

  • Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione
  • Specialisti del controllo nella Pubblica Amministrazione
  • Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private
  • Specialisti in risorse umane
  • Specialisti dell'organizzazione del lavoro
  • Esperti legali in imprese
  • Esperti legali in enti pubblici
  • Specialisti dei sistemi economici

Piattaforma dei corsi on line del Dipartimento di Giurisprudenza

Descrizione delle aree professionali per il profilo giuridico e politico sociale


La laurea magistrale offre sbocchi occupazionali nel campo degli Esperti legali in imprese o enti pubblici. In particolare forma specialisti della gestione e controllo delle pubbliche amministrazioni, consulenti fiscali e tributari e specialisti in problemi del personale.

Il corso prepara alla professione di:
• Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione
• Specialisti del controllo nella Pubblica Amministrazione
• Specialisti in risorse umane
• Specialisti dell'organizzazione del lavoro
• Esperti legali in imprese
• Esperi legali in enti pubblici

Il corso non consente l'accesso alle carriere di:
• notaio
• avvocato
• magistrato

Descrizione delle aree professionali per il profilo giuridico e politico sociale


Il corso formerà giuristi esperti della disciplina europea (tanto dell'UE che dei singoli Stati) e di quella di Stati ad essa collegati:
• per studi professionali;
• imprese;
• enti pubblici;
• istituzioni europee.

Il corso prepara alla professione di:
• Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione
• Specialisti del controllo nella Pubblica Amministrazione  
• Esperti legali in imprese
• Esperti legali in enti pubblici

Il corso non consente l'accesso alle carriere di:
• notaio
• avvocato
• magistrato

Descrizione delle aree professionali per il profilo giuridico e politico sociale

Ultimo aggiornamento: 05/06/2019 09:08
Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!