Vai al contenuto principale
ATTENZIONE! Coronavirus: misure urgenti e attività sospese, i dettagli sul Portale di Ateneo https://www.unito.it.
Oggetto:
Oggetto:

Diritto della previdenza sociale

Oggetto:

Anno accademico 2011/2012

Docente
Giovanni Villani (Titolare del corso)
Corso di studi
Laurea a ciclo unico in Giurisprudenza - a Torino (D.M. 270/2004) [f004-c501]
Anno
2° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
A scelta dello studente
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
IUS/07 - diritto del lavoro
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

Il corso è finalizzato a promuovere l'esercizio dell'intelligenza critica da parte degli studenti, ai quali, anche a prescindere dalla frequenza delle lezioni e dai contenuti di questo esame, si propongono quotidianamente delle sollecitazioni circa la centralità del sistema giuridico previdenziale rispetto alle scelte dei modelli di sviluppo economico, cui sono collegati in maniera sempre più marcata interventi normativi che non conoscono momenti di assestamento di lunga durata.

In particolare, al di là della ovvia descrizione dell’assetto normativo e delle sue dinamiche evolutive, obiettivo del corso non sarà soltanto quello di rappresentare elementi di certezza, ma anche quello di invitare alla riflessione su tematiche istituzionali appartenenti ad un contesto nel quale si registra un sempre più consistente scollamento fra dibattito sulle idee - e conseguentemente sulle situazioni giuridiche da proteggere - e assetto normativo vigente, quest'ultimo quasi sempre collegato a scelte di politica economica, instabili per definizione, e dunque con scarsa tenuta temporale. 

 

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Come detto, il risultato che il corso si propone è quello di far conseguire agli studenti la capacità di esercitare la propria intelligenza critica sul sistema giuridico previdenziale, e in particolare sul sistema pensionistico, nella consapevolezza che in questa materia, in maniera molto più consistente che in altre - meno esposte a dinamiche economiche e a contingenti scelte politiche – non è possibile prescindere dalle ragioni che presiedono alle iniziative di politica legislativa e alla fissazione delle regole che stabiliscono le modalità di finanziamento del sistema giuridico previdenziale, le modalità di determinazione delle prestazioni, la identificazione dei destinatari della protezione e le condizioni per l'accesso ai trattamenti previdenziali.

Oggetto:

Programma

Il sistema previdenziale italiano fa registrare continue modificazioni dell’assetto normativo. Il corso, anche per l'anno accademico 2011/2012, dovrà tenere conto delle problematiche di politica legislativa e delle modificazioni preannunciate in sede governativa e parlamentare.

 Gli argomenti oggetto del corso sono i seguenti:

1. I principi fondamentali della previdenza sociale.

2. L'evoluzione del sistema previdenziale italiano. La riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare.

3. Le fonti.

4. Gli attori e l'assetto organizzativo della sicurezza sociale.

5. I profili della tutela assicurativa previdenziale.

6. Il finanziamento del sistema previdenziale.

7. La "indisponibilità" dei diritti previdenziali.

8. La tutela dei diritti previdenziali.

9. La tutela in caso di insolvenza del datore di lavoro.

10. La tutela per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

11. La tutela per l’invalidità, vecchiaia e superstiti.

12. La previdenza complementare.

13. Tutela previdenziale e flessibilità del lavoro.

14. Il controllo pubblico sulla regolarità del rapporto giuridico previdenziale: le ispezioni e il recupero contributivo.

15. Sicurezza sociale e ordinamento comunitario.

16. Gli strumenti di contrasto all’esclusione sociale.

17. Sistema pensionistico e andamenti demografici 

 

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

M. Cinelli, Diritto della previdenza sociale, Giappichelli, Torino, 2010.

 

Per gli studenti frequentanti la preparazione dell'esame potrà avvenire sulle seguenti parti del manuale indicato: capitoli I; IV; V; VI; VII; VIII; IX; XII; XIII; XV. Sono da leggere comunque i capitoli II e III.

 

Eventuali ulteriori indicazioni in merito alle modalità didattiche e ai testi consigliati che si rendessero necessarie in ragione delle preannunciate modificazioni legislative e regolamentari saranno segnalate usualmente sul sito della Facoltà.

 

Oggetto:

Note

Eventuali avvisi per gli studenti saranno pubblicati sul sito della Facoltà.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 16/05/2012 14:43
Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!