Vai al contenuto principale

banner eccellenza

Corso di laurea in Consulenza del lavoro e gestione delle risorse umane

Studiare

Perché studiare con noi

Il Corso di Laurea in Consulenza del Lavoro e Gestione delle Risorse Umane è teso a formare esperti capaci di analizzare il sistema sociale e i sistemi organizzativi, di interpretare il cambiamento e di stimolare efficacemente l'innovazione organizzativa nelle amministrazioni pubbliche e private.

Per realizzare questi obiettivi, il Corso di laurea offre una formazione interdisciplinare, che integra competenze diverse, economiche, giuridiche, sociologiche, politico-istituzionali e organizzativo-gestionali.

I laureati in Consulenza del Lavoro e Gestione delle Risorse Umane acquisiscono una formazione multidisciplinare, che apre loro una serie di possibili sbocchi occupazionali. Essi possono dedicarsi all'attività libero-professionale di Consulente del lavoro, dopo aver svolto il periodo di pratica e superato il relativo esame di Stato con la conseguente iscrizione all'Albo. Diversamente, possono svolgere attività lavorative nelle imprese private e pubbliche, nelle pubbliche amministrazioni, nelle organizzazioni private e nel settore degli enti no profit (il cosiddetto terzo settore) con specifico riferimento alla gestione delle risorse umane e alle relazioni sindacali.
Le conoscenze approfondite della disciplina giuridica dell'impresa e del contratto di lavoro, del diritto della previdenza sociale e del diritto sindacale li rendono ideali interpreti del ruolo di gestore delle risorse umane e delle relazioni con il personale e con le organizzazioni sindacali, all'interno di qualunque struttura pubblica o privata.

Innovazione

Offerta formativa

Il primo anno, e una parte del secondo, sono dedicati alla formazione di base indispensabile per il laureato.
Durante gli anni successivi al primo gli studenti e le studentesse possono definire il proprio percorso di studio seguendo un tracciato che affianca insegnamenti caratterizzanti bloccati ad altri insegnamenti a scelta. Gli allievi potranno ad esempio scegliere se accentuare una formazione volta alla professione di Consulente del lavoro, oppure alla gestione del personale, allo sviluppo delle relazioni industriali o ad attività da svolgere all'interno di enti pubblici quali INPS e INAIL.
E’ poi offerta un’ampia rosa di Laboratori, caratterizzati da un approccio didattico di natura pratico applicativa, per piccoli numeri di partecipanti.

Tutti i laureati dovranno conoscere una lingua straniera, a scelta tra l'inglese e il francese.

Tutti i dettagli del Corso di laurea

Si consiglia in particolare la consultazione del regolamento didattico del Corso di studio e del regolamento delle attività di stage o tirocinio e riconoscimento dell'attività lavorativa.

Pratica anticipata
In forza dell'accordo sottoscritto tra la Scuola di Scienze Giuridiche, Politiche e Economico-Sociali dell'Università degli Studi di Torino e gli Ordini provinciali del Consulenti del Lavoro del Piemonte e l'Ordine della Regione Valle d'Aosta, è possibile lo svolgimento di parte del periodo di pratica, valevole per l'ammissione all'esame di abilitazione alla professione di Consulente del Lavoro, contestualmente alla frequenza dell'ultimo anno del Corso di laurea.

Testo dell'accordo

Per maggiori informazioni si prenda contatto con il Job Placement del Dipartimento di Giurisprudenza.

Sedi

Organizzazione del corso

Per essere ammessi al Corso di laurea, occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Oltre ad una adeguata conoscenza della lingua italiana, agli studenti e alle studentesse è richiesta una conoscenza base di almeno una lingua straniera e di strumenti informatici.

Il Corso di laurea si sviluppa in 3 anni di studio, come riportato nel piano di studi.

La frequenza alle varie attività formative di regola non è obbligatoria.

Gli esami sono soggetti a regole di propedeuticità ovvero regole che impongono, prima di sostenere un certo esame, l’obbligo di averne prima superato un altro. Per conoscere queste regole è necessario consultare quanto riportato sulla Guida dello Studente del proprio anno di iscrizione, ovvero quanto pubblicato nella pagina dedicata. Si ricorda che gli esami sostenuti senza rispettare le propedeuticità saranno annullati al momento della registrazione dell'esame propedeutico.
Proprio a tal fine è indirizzata anche l'attività di orientamento prima dell'iscrizione degli studenti.

In generale, per comprendere meglio il funzionamento del Dipartimento, si consiglia di leggere la guida dello studente.

Per agevolare la consegna di eventuale documentazione verso l'Università, è possibile ottenere la modulistica necessaria accedendo alla sezione dedicata del sito.

Regolamenti e scadenze deliberate dal Senato Accademico, in particolare per quanto riguarda tasse e contributi, sono consultabili sul sito di Ateneo.

Come per l'offerta formativa si rimanda alla sezione del sito per ogni informazione di dettaglio.

Contatti

Contatti

La sede didattica del Corso di laurea è a Torino presso il Campus Luigi Einaudi. Si riportano sotto le email di riferimento per le varie funzioni.

Presidente: prof.ssa Ilaria Riva
Tutorato e Job Placement: prof.ssa Anna Fenoglio
Piani di studio, passaggi e trasferimenti: prof.ssa Ilaria Riva

Commissione monitoraggio e Riesame

Rappresentanti degli studenti
Tutor matricole

Ulteriori link utili:
Informazioni su iscrizioni
Riconoscimenti carriere ed esperienze pregresse
Informazioni di contatto con la Segreteria studenti

Si ricorda che il supporto via mail è riservato a coloro che NON siano ancora studenti e studentesse dell'Università degli Studi di Torino, mentre per coloro che sono iscritti il supporto è tramite help-desk.

Ultimo aggiornamento: 27/02/2024 12:40
Location: https://www.giurisprudenza.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!